Aula di una sezione

Aula computer per i corsi previsti per i mezzani ed i grandi

Aula per attività extra curricolari

Bagni l'asilo dispone di due blocchi al piano terra ed uno nel seminterrato

Biblioteca con il materiale per la didattica e attrezzatura multimediale

Corridoio con armadietti per ciascuno dei bambini frequentanti

Cortile dei Tigli con fondo antiurto e giochi vari

Cucina ove si preparano le vivande per il pranzo secondo i menu definiti con l'AST

Nuovo ascensore per accesso al seminterrato

Refettorio per il pranzo dei bambini con le insegnati

Sala per il sonno dei piccoli

Salone giochi al piano terra

Salone per gioco, attivita di teatro e psicomotricità nel seminterrato verso via Piola

Scivolo per il cortile esterno

SERVIZI ED ATTIVITA’ COMPLEMENTARI

LABORATORIO DI PSICOMOTRICITÀ

  • contribuire alla crescita e alla maturazione del bambino
  • promuovere alla presa di coscienza del valore del corpo
  • prendere coscienza del “corpo vissuto”
  • rappresentare mentalmente il corpo statico e dinamico

LABORATORIO INFORMATICA

Gli obiettivi del laboratorio che intendiamo presentare vanno al di là di un utilizzo puramente strumentale del computer.

L’educatore, attraverso le attività proposte durante il laboratorio multimediale , non si limita a trasmettere una tecnica, ma contribuisce allo sviluppo delle abilità comunicative ed espressive del bambino.

In particolare il nostro laboratorio si preoccupa di approfondire le caratteristiche del computer in relazione alle capacità del bambino di

 

  • esplorare, attraverso giochi di navigazione in ambiente fantastico; imparare, attraverso giochi di forme, di colori, di lettere, di numeri, di logica, di memoria;
  • operare, attraverso la realizzazione di progetti grafici;
  • creare, attraverso la progettazione di presentazioni multimediali.

LABORATORIO LINGUISTICO: INGLESE

La metodologia seguita nei corsi non è sistematica e scolastica. Si seguono le linee generali della psicolinguistica che propongono le seguenti successioni logico-operative:

  1. ascoltare,
  2. comprendere,
  3. parlare

Si da largo spazio alla conversazione, al gioco, al canto, alla drammatizzazione, alla ripetizione di strutture determinanti ai fini fonetici, senza formalismi astratti, ma sfruttando le motivazioni più idonee a creare un clima di naturalezza, di interesse, di gioia.

LABORATORIO DI MANIPOLAZIONE E COLORE

Le attività grafiche, pittoriche e plastiche sono lo strumento privilegiato per introdurre il bambino ai linguaggi della comunicazione e espressione visiva. Il disegno non è solo finalizzato alla sola espressività spontanea, è necessario farne una valutazione globale in relazione a quanto percepito e scoperto nel proprio ambiente, al bisogno di espressione, all’ elaborazione di una comunicazione, un messaggio, usando le codificazioni apprese dell’ambiente , oppure operando modificazioni operative e personali . L’insegnante crea percorsi didattici che consentono di esplorare mezzi e sperimentare tecniche diverse escludendo gli interventi che possono creare stereotipie.

LABORATORIO SONORO

Il laboratorio si propone un itinerario che attraverso esperienze musicali risvegli e incoraggi nei bambini quella curiosità per il “suono” che non sempre viene sollecitata durante la loro crescita. Il potersi esprimere con un altro linguaggio allarga gli orizzonti della propria creatività ed è terapeutico per la sfera emotiva.

LABORATORIO GIOCHI

Si deve dare ai bambini la possibilità di “giocare” il giocattolo perché possa sviluppare la creatività, sia nella fase dell’ideazione che nell’uso del giocattolo costruito. Il ruolo dell’educatore è di stimolo, di guida, di aiuto, affinché il bambino che sperimenta questa attività sia sempre gratificato da un prodotto in quanto “ suo “ nato dalla sua inventiva.

ESPERIENZA RELIGIOSA

Lo sviluppo del senso religioso che significa partire dall’esperienza dei bambini e dal loro bisogno di chiarificazione e rasserenamento, nel rispetto delle scelte e degli orientamenti delle famiglie. Il campo di esperienza che si occupa dello sviluppo affettivo, sociale, etico-morale religioso del bambino. Le finalità sono articolate e fanno riferimento ai valori della propria cultura, al rispetto della diversità, al comprendere e aiutare gli altri:
Lo sviluppo etico – morale riguarda l’assimilazione di tutte quelle regole che consentono una convivenza serena, riconoscendo il valore di ogni uomo (questo ambito è fortemente improntato sulla possibilità da parte del bambino di riconoscere modelli stabili su cui plasmare il proprio comportamento).

LABORATORIO ANIMAZIONE MUSICALE

La finalità del progetto di animazione musicale è quella di sviluppare un’attività educativa di tipo ludico-espressivo, al fine di far vivere al bambino un’esperienza musicale diretta, nel quale giocare e potersi esprimere; un progetto ludico attivo nel “fare”, all’interno del quale verrà stimolata l’espressività spontanea del bambino e gradualmente i vari processo cognitivi.

  • Migliorare la socializzazione, far acquisire maggior fiducia in sé stessi e sicurezza attraverso giochi musicali gratificanti
  • Migliorare le facoltà senso-percettive, mnemoniche, logico matematiche
  • Stimolare il coordinamento oculo-audio-manuale e psicomotorio
  • Migliorare la capacità creative attraverso l’applicazione di regole e stimolazioni all’espressività.